post

Testimonianza di una donna con problemi di diradamento

Riporto questa testimonianza per far conoscere, a tutte le donne che hanno problemi di diradamento , un tecnica che aiuta molto da un punto di vista psicologico.
Grazie Monica per le tue parole.
Elisabetta Belfiore

“Arrivo all’esperienza di tricopigmentazione dopo innumerevoli ricerche su internet rivolte a capire quali possibilità può avere una donna con problemi di alopecia per camuffare il problema nella vita di tutti i giorni.
Inutile dire quanto il problema della alopecia sia per una donna notevolmente invalidante e condizioni tutti i rami della vita, dalla vita sociale al lavoro alla vita affettiva e l’ accettazione di se’.
Da qualche anno avevo adottato l’uso di prodotti di camouflage (polvere di cheratina). Questi prodotti sono preziosissimi per questo tipo di problema, ma hanno il limite che vanno via con lo shampoo e bagnandosi i capelli. Cercavo qualcosa che potesse avere un effetto di copertura simile ma persistente.
“Navigando” mi sono imbattuta nella tricopigmentazione.
Internet è una preziosa fonte di informazione ma al contrario lo può essere anche di disinformazione.
Alcuni commenti dicevano che il trattamento andava via al primo shampoo che rimaneva il rossore le croste ecc ecc. Tutto ciò mi ha impaurito e in un primo tempo fatto desistere.
Dopo qualche mese ho approfondito e chiesto informazioni direttamente a una professionista del settore in
cui ho avuto la fortuna di imbattermi (Elisabetta Belfiore).
Tutto casualmente viaggiando su internet, ed è proprio questo il punto, credo che per comunicare questo importante strumento per la risoluzione del problema estetico dell’alopecia ci vorrebbe un’ informazione medica più specifica ed ufficiale in modo da permettere a tutte le persone con questa problematica socialmente molto invalidante (in particolare per le donne) di potersi informare in modo corretto e senza, fra l’ altro, la paura di imbattersi in persone non professioniste.
La mia esperienza è stata decisamente positiva, i trattamenti hanno notevolmente migliorato la mia problematica estetica, la tricopigmentazione ha effettuato una copertura persistente del cuoio capelluto
che mi permette di avere più sicurezza e non avere paura di essere scoperta; come invece con l’ uso del camouflage con le polveri di cheratina.
Consiglio l’approccio a questo trattamento a tutte le donne con questa problematica e auspico si possa creare un canale ufficiale medico dove potersi informare in modo corretto su questo trattamento e sui professionisti del settore.
Io ringrazio infinitamente la mia fortuna di aver trovato sulla mia strada una professionista preparata e
capace.”